domenica, Novembre 17, 2019
Home Blog Pagina 9

Masha e Orso

0

470x270_Masha&Orso

Spettacolo di Solidarietà “… E chiudo gli Occhi… per vedere”, presenta Fabrizio Frizzi e tanti Vip dello spettacolo

0

21 GENNAIO AL TEATRO EUROPA DI APRILIA

  Spettacolo di Solidarietà “… E chiudo gli Occhi… per vedere”, presenta Fabrizio Frizzi e tanti Vip dello spettacolo

 

Scan001

 

La Pro Loco “Città di Anzio”, con il Patrocinio del Comune di Anzio, dell’UNPLI e con la collaborazione delle testate giornalistiche “Il Giornale del Lazio”, “Il Granchio” e “Il Litorale”, organizza Giovedì 21 Gennaio 2016 alle ore 21,00 al Teatro Europa di Aprilia lo Spettacolo di Solidarietà “… E chiudo gli Occhi… per vedere”, il cui incasso sarà interamente devoluto al Centro ARGOS. La manifestazione, presentata da Fabrizio Frizzi, vedrà la partecipazione gratuita di amici del mondo dello Spettacolo:

Orchestra “I Mescaleros”; Fabio Frizzi; Giuseppe Galantino; Massimiliano Drapello; Fabrizio Gaetani; Mattia Califano; Emilio Stella; Hip Hop Energy – One di Dalila Jorillo; Alessandro Canini; Filippo La Fontana Couture; Carmen Russo e Enzo Paolo Turchi; Massimo Rossi Monsieur Max; Sara Santostasi; Dani Bra; Giancarlo Caporilli; Gruppo Tersicoreo Superiore; Francesca Maiozzi; I Carta Bianca; Elisa’s Fever … Denise; Giancarlo Sensidoni; Marco Todisco; Compagnia di Danza Acrobatica “Shape Company” diretta da Marco Stramacci e Masha e Orso Official Live Show con il corpo di ballo in anteprima dello spettacolo del 21 Febbraio ad Aprilia.

Costo del biglietto: 10,00.  Vendita c/o Pro Loco “Città di Anzio” , Via Mimma Pollastrini 5, Anzio, Tel. 06 9831586 – Centro ARGOS, Via Santa Maria Goretti, Nettuno – Teatro Europa, Aprilia.

Sul territorio di Anzio e Nettuno, esiste una struttura denominata ARGOS: si tratta di un Centro all’avanguardia fondato nel 2006 dalla Fondazione Puliatti e realizzato         dall’Avv. Placido Puliatti, il quale all’età di dodici anni, per un incidente, diventò cieco. Questa struttura si occupa della riabilitazione di bambini e ragazzi affetti da disabilità sensoriali, neuromotorie e cognitive, con particolare attenzione alla disabilità visiva, che fino a poco tempo fa offriva i propri servizi gratuitamente a coloro che ne avevano necessità. In questo momento, presso la struttura, sono in terapia circa 120 bambini e ragazzi di età compresa tra i 0 e i 18 anni, proveni enti non solo da Anzio e Nettuno, ma anche dai Comuni limitrofi, Castelli Romani ed altre Regioni Italiane. Pur avendo raggiunto negli ultimi dieci anni obiettivi importanti, il Centro è attualmente a rischio di chiusura, in quanto, nonostante sia stato richiesto alla Regione Lazio sin dal 2006, non ha ancora ricevuto l’accreditamento sanitario: questo strumento è necessario per continuare a garantire i servizi essenziali ai bambini e alle loro famiglie.

 

 

 

 

Fabrizio-Frizzi

 

Maurizio Battista

0

Torna Maurizio Battista! Un continuo divenire di idee, un botta e risposta ininterrotto di trovate e curiosità che spiazzeranno il pubblico. Una vera e propria ‘sinfonia di battute’, vivace, andante con brio, “Allegro ma non troppo”. Un nuovo show spumeggiante, esplosivo, assolutamente da non perdere.

BATTISTA MONITOR

 

CRISTINA D’AVENA

0

470x270 Cristina D'avena per sito

Maschere Nude

0

6x3 maschere

DOMENICA 1 NOVEMBRE AL TEATRO EUROPA DI APRILIA

0

C_2_video_447369_videoThumbnail I-Vianella_rid

Dopo 30 anni ancora insieme:

i Vianella “C’eravamo tanto amati…”

La coppia formata da Edoardo Vianello e Wilma Goich, che negli anni ’70/80 ha animato il panorama musicale italiano

 

C’eravamo tanto amati…….. è l’album che segna il ritorno sulla scena artistica, dopo più di 30 anni, dei Vianella, la coppia formata da Edoardo Vianello e Wilma Goich, che negli anni ’70/80 hanno animato il panorama musicale italiano.

È in quel tempo che i due artisti, già uniti nella vita privata, decidono di intraprendere assieme anche il percorso professionale. Il successo arriva quasi subito con Vojo er canto de ‘na canzone e Lella. In breve conquistano il cuore del pubblico, innestando nella musica pop la tradizione romana; l’ironia dello stornello entra nella canzone moderna, tanto che molti brani sono cantati in romanesco, un dialetto comprensibile in tutto il Paese, vicino com’è alla lingua italiana. Artisti come Franco Califano, Amedeo Minghi, Luciano Rossi, Edoardo De Angelis e Sergio Bardotti firmano, con lo stesso Vianello, i testi e le musiche delle canzoni. Con un approccio apparentemente semplice e immediato, proprio della cultura popolare, vengono affrontati anche temi sociali, problemi di tutti i giorni, purtroppo ancora oggi attuali: la casa, l’ecologia, la violenza sulle donne, la morale comune. Nel giugno del 1972 entrano nella Hit parade con Semo gente de borgata; l’anno successivo sono nella finale di «Un disco per l’estate» con Fijo mio e, poi, di nuovo nella Hit parade con Canto d’amore di Homeide («Tu, la mia donna tu sarai…»), che la sera del 6 gennaio 1974 conquista il podio di Canzonissima. Pubblicano 9 album; un successo dopo l’altro, fino agli anni ’80, quando la coppia si scioglie, prima nel privato e poi sul palcoscenico.

Da allora ognuno prosegue il proprio percorso artistico. Ma dopo trentatré anni (non si esibiscono in concerto dal 1981) Edoardo e Wilma – che, pur tra contrasti e intese, non hanno mai interrotto il filo del loro rapporto umano – si rendono conto che le canzoni dei Vianella sono ancora nell’aria; il pubblico le conosce, le canta e le ricorda. Per accontentare i loro fan e, chissà, conquistarne dei nuovi tornano in sala di registrazione a reincidere i loro successi, insieme a canzoni nuove. Nasce un nuovo album, 10 brani classici del loro repertorio e 3 inediti (Inutilmente mia, inutilmente tua, La luna va, La notte si è fermata). C’eravamo tanto amati…, perché dopo tutto un grande amore è rimasto, e vale la pena di coltivarlo ancora insieme: quello per la musica.

 

I Vianella vi aspettano al Teatro Europa per una grande serata di musica!!

 

INFO BIGLIETTI 06.97650344 – 335.8059019

BIGLIETTI DA EURO 10,00

 

08-11-2015 FROZEN – TRIBUTO LIVE – LA REGINA DEI GHACCI

0

Uno spettacolo unico ed emozionante per bambini e tutte le famiglie .

11949435_422001737983391_147067056734537113_n

Domenica 8 novembre 2015 ore 18,00
PREZZI FROZEN:
Platea   

ADULTI  euro 15,00 + 1,00 prevendita

BAMBINI euro 10,00 + 1,00 prevendita

Galleria

ADULTI  euro 12,00 + 1,00 prevendita

BAMBINI euro 10,00 + 1,00 prevendita

 

I biglietti si possono acquistare al Teatro Europa di Aprilia e anche online sul circuito www.ciaotickets.com
http://www.ciaotickets.com/node/12776…

oppure nei punti vendita:

APRILIA:
– Teatro Europa Via G.XXIII,32 tel. 06.97650344
335.8059019 – 06.9275019

-Cartolandia
Via Amburgo snc
Tel. 06.9283147

ANZIO:
Tabaccheria “Mingiacchi”
Via Porto Innocenziano, 24
Tel. 06.9844721

NETTUNO:
Tabaccheria “Caratelli”
Via della Liberazione, 110
Tel. 06 9851676

VELLETRI:
Agenzia “Il Biglietto”
Via Eduardo De Filippo ,99
Tel. 06 96142750

GENZANO
“Drin Service”
Via Don Nazario Galieti, 2
Tel.06 9364605

LATINA
“Tabaccheria Christian”
Via Carlo Romagnoli, 13
Tel. 0773 668083

TORVAJANICA
Agenzia “Zero Stress Viaggi”
Via Viareggio, 10
Tel. 06.91 531080

POMEZIA
Agenzia L’Atollo Blu –
Centro commerciale 16 Pini
Via del mare Km 18.600
Tel. 06. Tel. 06-9120631 Cell. 346.4985909

05-12-2015 DISORIENT EXPRESS

0

CINZIA LEONE
In

DISORIENT EXPRESS

con la  partecipazione di Fabio Mureddu

 

Ciao, sono Cinzia Leone e vi presento Disorient Express, il mio nuovo spettacolo, scritto, come sempre, da me insieme a Fabio Mureddu.

Disorient Express non è la storia di un treno che non sa dove andare, è una fotografia di gruppo in cui ci siamo tutti e tutti abbiamo un’espressione visibilmente disorientata.
Siamo disorientati, sì. Ci aggiriamo nel mondo con l’espressione di nonna nella foto di Natale, scattata dopo che l’hanno rimbambita cercando di farle ricordare i nomi di tutti e trentasei i nipoti.
E come può non essere disorientata un’umanità travolta ogni minuto da un cambiamento?
Come possiamo essere sicuri di noi stessi e della realtà che ci circonda se ad ogni notizia sentita in televisione possiamo trovare contemporaneamente la smentita su Internet?
Come possiamo accontentarci anche solo di un lavoro qualunque, in un momento in cui, qualunque sia il lavoro non te pagano e il massimo che puoi farci è mettertelo nel … curriculum?
Come possiamo rilassarci con lo zapping, se, anche potendo scegliere tra centinaia di canali, troviamo ovunque la stessa cosa: gente che canta o che cucina?
Per raccontare tutto questo in uno spettacolo, per fotografare questa moltitudine di facce disorientate, ho deciso di farmi disorientare anche io proprio mentre faccio lo spettacolo. Come? Ve lo racconto.
Io nello spettacolo sono proprio io, Cinzia e ho proprio la parte di un’attrice che fa uno spettacolo. Che spettacolo? Uno spettacolo contemporaneo, che viene aggiornato in tempo reale: proprio come avviene nei programmi in diretta, una redazione, costantemente connessa al mondo esterno, aggiorna e modifica gli argomenti e i contenuti dello spettacolo.
Infatti, proprio mentre faccio lo spettacolo interviene un autore che, entrando in scena, mi informa che quello che ho appena detto è stato smentito da qualcuno o da qualcosa e che quindi bisogna dire o fare qualcos’altro.
Vi sembra fico?
A me no.
E’ un delirio.
In una realtà come questa, aggiornarsi significa smentire se stessi continuamente.
L’autore, entrando e interrompendomi, mi costringerà, ogni dieci minuti, a cambiare lo spettacolo, passando da un monologo sulla crisi ad uno sul traffico; da un’assurda messa in scena di Romeo e Giulietta – con Garko nella parte di Romeo e le tette dell’Arcuri nella parte di Giulietta – ad un rito di esorcismo contro la Televisione che, diciamocelo, è diventata brutta, ma talmente brutta che può solo essere opera di Belzebù; dal personaggio di una povera signora che cerca di capire come fare a ricevere finalmente la sua pensione, alla conduttrice di un folle telegiornale in cui la stessa notizia viene data e contemporaneamente smentita.
Credetemi sulla parola, la realtà vista così è destabilizzante e comica allo stesso tempo perché i cambiamenti e le contraddizioni continue la rendono invisibile.
E’ per questo che siamo disorientati, perché non vediamo più la realtà.
E siamo proprio come treni che viaggiano senza un binario e che  non sanno dove andare.

La Traviata – Domenica 13 Dicembre 2015 ore 17,30

0

LA TRAVIATA

LA TRAVIATA – musica di G. Verdi, su libretto di E.M. Piave, è tratta dall’opera Teatrale “La signora delle Camelie” di A. Dumas.

Ad oggi è l’opera più rappresentata nei Teatri di tutto il mondo.
La trama racconta la storia d’amore fra un giovane di onorata famiglia ed una cortigiana di dubbi costumi.
I pregiudizi sociali divideranno, due amanti riuniti dalla verità e dall’amore qualche minuto prima della morte di Violetta.
Intorno a questo dramma si aggira l’ispirazione del musicista tra amore e morte, il quale non sali mai tanto in alto nell’esprimere il dolore.
Negli estenuanti accordi con cui si apre il preludio, sembra che Verdi intenda darci una sintesi rapida del dramma, riuscendovi mirabilmente.

Biglietti in prevendita al Teatro Europa di Aprilia tel. 06.97650344 – 335.8059019            Platea euro 30,00 – Galleria eurom 20,00 + dir. prev. – online:www.ciaotickets.com